Chi sono

Ciao, sono Simona, sono una fiorista e non sono MAI stata un'amante dei matrimoni."

Spiazzante come inizio?

Almeno ho rotto il ghiaccio e attirato la tua attenzione!

Mi spiego meglio...

Non è che non li amassi: non ci pensavo proprio!

Non sono mai una stata una di quelle bambine che sognano il Grande Giorno fin dalla scuola elementare... che è cresciuta a pane e principe azzurro per capirsi...

In quanto a sognare, sognavo (e sogno ancora) tantissimo, questo si.

Ma su una moltitudine di altri argomenti: stile e matrimoni non sono mai stati contemplati.

Il punto di svolta, nel mio caso, è arrivato con calma, a pensarci bene.

Se devo trovare un punto di partenza, è stato molto prima di aprire un negozio di fiori.

No, non è per una mia storia d'amore che ho iniziato ad interessarmi e ad appassionarmi a questo settore (nel caso te lo stessi chiedendo).

E' una ragione molto più... pratica.

Le mie amiche hanno iniziato a sposarsi.

Ed è in quel momento che ho iniziato a vedere la "magia".

Magia?

Già... quando si parla di matrimonio tutto diventa magico...

La  magia

Magia è stato quando, agli aperitivi tra amiche, i discorsi si tramutavano da chiacchiericci chiassosi pieni di idee e di proposte, in autentici deliri organizzativi.

Partenza fantastica.

"Ragazze: stasera tutte a casa di X e si fanno le bomboniere! Ma una cosetta leggera eh: tanto... un oretta, quattro chiacchiere.. 250 bomboniere le facciamo in un attimo!!".

Finale: 4 ore, troppe chiacchiere, bomboniere realizzate 75.

E ti risparmio la parte di mezzo e tutto il resto dell'organizzazione.
 

Inizi, volente o nolente, ad essere invitata a matrimoni di amici e conoscenti.

Salvo rare eccezioni, la magia spesso si trasformava in delusione: decorazioni a casaccio ("perchè la vecchia zia ci tiene tanto a riempire la via di palloncini!"), fiori ridotti ai minimi termini, bouquet usciti fuori dagli anni 80, tutto quasi sempre se non uguale...molto simile!

Il negozio di fiori non era ancora in programma, per cui ho iniziato ad appuntare nella mia testa tutto quello che non volevo... Continuavo a non sognare ad occhi aperti il giorno del mio matrimonio ma... nella vita non si sa mai!

Mentre sognavo altro, ad occhi aperti.

Cosa sognavo?

Inseguivo le mie passioni di sempre: la musica ed i fiori (le piante, soprattutto), curiosa di vedere verso quale strada mi avrebbero portata.
 

Ti svelo un segreto... anche se sembra una frase "fatta".
 

I sogni, spesso, diventano realtà, anche se per vie a cui tu non avresti mai pensato.

Così si è "materializzato" il negozio di fiori: con una telefonata inaspettata di mia mamma, Renata (molto meno chiacchierona di me, ma mia inseparabile compagna in questa Avventura). 
Con il negozio, ho avuto la conferma di quello che è stato il mio primo impatto. No, non che non amo i matrimoni. Anzi.
 

Io amo la magia che c'è nell'organizzazione del matrimonio, ma quello che avevo visto fino ad ora... No, quello non lo amavo per niente.

Ho iniziato a notare quanto le esigenze della Sposa fossero frequentemente ignorate.
 

Ragazze confuse, piene di domande, sotto pressione dalle mille decisioni da prendere, spesso sovraccariche di mille idee... inutili.

Inutili, si, hai letto bene.

Perchè tanto nessuno le ascoltava, nessuno chiariva le loro idee o i loro dubbi, nessuno si poneva il problema che potessero desiderare qualcos'altro.


Non lo posso accettare.

Magari qualcun altro può farlo... io no.

La lista di cose che non voglio nel mio matrimonio e che ho sviluppato in questi anni me lo impedisce!


Un'altra cosa che sicuramente non voglio, per esempio, è fare un acquisto per un giorno così importante basandomi solamente sulla mia immaginazione. Perchè dico così?
 

Perchè potrebbe succedere di recarsi da un fiorista per ricevere informazioni e vedere il proprio sogno trasformarsi in: 

- tante foto di matrimoni di altre coppie, con altre location, altre esigenze, altri gusti
- una marea di parole altisonanti che cercheranno di descriverti le composizioni per la tua cerimonia; dovrai avere davvero tanta fantasia per riuscire ad immaginare davvero il risultato finale
- quattro cifre scarabocchiate su un foglio di carta, qualche spiegazione e via, che "ho da fare!"
- un bel "pacchetto tutto compreso": lo sforzo di immaginazione c'è comunque, ma tanto non importa. Non avrai molto da dover scegliere in questo caso: giusto il colore della rosa; il resto è tutto standard. Esattamente identico a quello di tutti gli altri.

Più facile di così?!
Sicuramente qualche coppia può trovarle soluzioni ottime (ed è liberissima di farlo, sia chiaro), ma non sono adatte a me, ecco...

Non so tu, ma io ho bisogno di essere davvero sicura della mia scelta, prima di fare un acquisto per un giorno così importante... e questi scenari non mi rassicurerebbero per niente.
 

Non vorrei dover essere costretta a scegliere un fornitore basandomi sulla fantasia e sull'incertezza.
Non vorrei affrontare un acquisto così importante quando ancora ho dei dubbi che mi ronzano in testa.
Non vorrei arrivare con ancora più ansia al fatidico Giorno, causata dalla speranza che l'allestimento sia esattamente come l'avevo immaginato e che tutto sia andato come previsto. 

Non vorrei assolutamente accorgermi di aver preso la scelta sbagliata, quando ormai è troppo tardi ed il danno è irrimediabile.

Far si che tu possa scegliere consapevolmente e serenamente le decorazioni per questo giorno memorabile, evitando tutto lo stress che deriva da questa scelta, è diventato il mio obiettivo principale.

Proprio per questo ho pensato di non darti un semplice preventivo, ma offrirti una vera e propria consulenza studiata appositamente per Te.

In questa chiacchierata vedremo insieme quello che ho preparato per te: un progetto fotografico che ti permetterà di vedere realmente l'effetto finale delle decorazioni floreali per il giorno del tuo matrimonio.

Il progetto lo faccio io, certo, ma, come ti avevo accennato prima, non sono sola in questa Avventura: sono solo la più chiacchierona delle due (a volte, forse, un po' troppo!).
Insieme a me c'è mia mamma Renata, l'altro ingranaggio essenziale.

A volte mi chiedono se è difficile lavorare con un genitore...

Sinceramente, considerando che io e mia mamma abbiamo due caratteri completamente opposti (io eterna sognatrice, lei con i piedi sempre ben ritti a terra), avrei risposto si... prima di iniziare questo percorso al suo fianco!
 

Le nostre differenze caratteriali sono diventate il nostro punto di forza, per un bilanciamento perfetto che si racchiude in una frase.

"Tutto dovrebbe essere reso il più semplice possibile,

ma non più semplicistico."

Vuoi sapere qualcosa in più sul nostro

Servizio di Consulenza?

Viale della Rimembranza 77

Novi Ligure (AL)

Tel: 0143 75178

Email: info@gemmafiorie.it

Gemma fiori e...

  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now